Archive

Posts Tagged ‘Libri’

Brevemente.

4 gennaio 2015 2 commenti

Libro vs. ebookMeglio i libri cartacei o gli e-book?

Nell’eterna lotta tra conservatori e progressisti, mi sembrava d’uopo lasciare spazio all’opinione dei diretti interessati. Oltre a questo, come sospetto avrete intuito, anche oggi è stata una giornata di pigrizia e non sono riuscito a trovare l’ispirazione per uno dei post più impegnativi, che affollano la mia lista delle cose da fare.

Non ieri, non oggi, forse non domani… ma presto.

Stay Tuned.

Riflessi Paolo-viani.

22 maggio 2014 6 commenti

Sono una creatura abitudinaria.

Qualsiasi attività svolga – nell’arco di poche ripetizioni – creo una prassi che poi ripeto in modo regolare, alterandola solo in caso di successive raffinazioni per aumentarne l’efficienza. Insomma, sono il sogno proibito di qualsiasi serial killer: prevedibile e facile da trovare.

Le mattine portogruaresi sono un esempio di questa mia natura: parcheggio, raggiungo la biblioteca, entro, occupo il MIO posto con un libro e delle penne, metto le mie cose nello stipetto, esco, faccio colazione, rientro, recupero le mie cose dallo stipetto, preparo computer e scartoffie e comincio la giornata di lavoro.

Quest’oggi, durante la fase “recupero le mie cose dallo stipetto” è successo un fatterello curioso.

Una signora è entrata spingendo un passeggino e dopo aver salutato lei, la bibliotecaria si è rivolta anche al bambino.

– Ciao Paolo.

E la madre, puntualmente:

* Paolo, come si dice?

Il bambino, rispondendo a tono e senza la benché minima esitazione:

° Per favore…

Poi ha aggrottato la fronte: qualche cosa non tornava. Si è guardato intorno, si è reso conto di dove fossero e, per non sprecare il ‘come si dice’ appena utilizzato:

° … posso avere il libro dei camion? Grazie.

Le due donne si sono fatte una risata, io e il bibliotecario – da uomini duri – ci siamo limitati a sorridere.

Ironia a parte: chiedi per favore, ringrazi – anticipatamente – e quello che vuoi è un libro? Tesoro, certo che lo puoi avere.

Libro dei Camion
Stay Tuned.

A domanda, rispondo! Anche se a nessuno interessa il mio parere …

11 settembre 2012 10 commenti

Pare che questa serie di domande sia comparsa su Yahoo Answers, io la ho copiate da qui. Detto questo veniamo alle risposte:

25 domande sui libri

1. Come scegli i libri da leggere? Ti fai influenzare dalle recensioni?

Non scelgo quello che leggerò, scelgo quello che non leggerò mai. In tutto ciò che rimane da questa scrematura è caccia libera. Le recensioni mi influenzano poco, al limite è il recensore a poterlo fare.

2. Dove compri i libri: in libreria o online?

Quando compero libri (cosa che succede di rado, in genere sono prestiti o regali) lo faccio in libreria.

3. Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?

Ne ho sempre una scorta.

4. Di solito quando leggi?

Vado a periodi, quando ho tempo e voglia leggo durante l’arco dell’intera giornata. A volte capita che non apra libro per giorni e giorni.

5. Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?

No.

6. Genere preferito?

Il fantastico. Ma mi capita molto spesso di tradirlo.

7. Hai un autore preferito?

Si e no. Ho degli autori che si alternano nelle mie preferenze a seconda del momento e dell’umore.

8. Quando è iniziata la tua passione per la lettura?

Quando ho iniziato a capire come facessero i miei genitori a trasformare quegli strani segni in parole.

10. Presti libri?

Solo se sono certo che torneranno all’ovile.

11. I tuoi amici/familiari leggono?

Si.

12. Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?

Dipende dal tempo e dal libro. Alcuni non durano più di mezza giornata, altri si spalmano in settimane o mesi.

13. Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?

Certo. E sospetto di chiunque nei dintorni non faccia altrettanto.

14. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?

Qualche cosa di allegro e gaio, per esempio “1984” di Orwell.

15. Perché ti piace leggere?

Perché è l’equivalente mentale del culturismo.

16. Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?

L’origine è indifferente, l’importante è leggerlo.

17. Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?

Mi è capitato in diverse occasioni. Anna Karenina per esempio, ma anche i Malavoglia, Mastro Don Gesualdo, Il Silmarillion ed un sacco di altri.

18. Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?

Mi è capitato di essere attirato da una copertina e di aver preso in mano un libro per questo. Ma se dovessi acquistare dalla copertina leggerei solo cataloghi di biancheria intima femminile.

19. C’è una casa editrice che ami particolarmente, e perché?

Nessuna.

20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni “al sicuro” dentro casa?

Li porto ovunque ma cerco di aver cura della loro salute.

21. Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?

Non me ne viene in mente nessuno in particolare.

22. Come scegli un libro da regalare?

Lo scelgo in base a ciò che conosco della persona a cui intendo regalarlo.

23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio, o tieni i libri in ordine sparso?

La mia casa è la mia libreria, non c’è alcun ordine.

24. Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?

Dipende dal libro e dalle note.

25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?

Solo dopo aver letto il libro e solo se questo mi è piaciuto a sufficienza da lasciarmi la curiosità di saperne di più.

Voi che ne pensate? Non siate timidi …

Stay Tuned.

E’ arrivato un paccozzo carico carico di …

13 aprile 2012 54 commenti

Quest’oggi ho ricevuto il mio Paccozzo Commentozzo.

Di che cosa si tratta? Vi starete già chiedendo, ebbene è una punizione per coloro che hanno la malaugurata idea di inserire commenti sul blog Giramenti (di Gaia Conventi). Al giungere di ogni millesimo commento, infatti, colui che l’ha inserito viene eletto vincitore e riceve un intero scatolone di libri, dichiaratamente brutti, direttamente a casa. Ebbene, io ho vinto con il commento numero quattromila!

Il primo piacere, sconosciuto ai precedenti vincitori, è derivato dal ricevere un pacco regolarmente inviato a nome “Tales Teller”. Può sembrare una sciocchezza, ma vedere lo pseudonimo che mi sono scelto scritto sulla bolla di un pacco e sapere che le poste italiane hanno in qualche modo ratificato l’esistenza di un individuo che risponde a quel nome … bè, è stato molto emozionante.

Come già mi sono riproposto di fare rispondendo al post con cui era stata annunciata la mia vittoria, intendo leggere ogni libro contenuto nel pacco e scrivere di ognuno una breve recensione, in modo da poter condividere con voi tutti giUoie e dolori della mia condizione. Non aspettatevi che questo avvenga in tempi brevi perché è un impegno che porterò avanti nei ritagli di tempo, ma sappiate che prima o poi accadrà.

Per compiere il primo passo di questa difficile scalata, ecco per voi la lista dei libri che ho trovato nel pacco.

Dexter l’Oscuro [Jeff Lindsay – Mondadori]
La Famiglia Radley [Matt Haig – Einaudi]
The X-Files, Il Film [Elisabeth Hand – Fanucci]
La leggenda del Santo Bevitore [Joseph Roth – Adelphi]
La misteriosa fiamma della Regina Loana [Umberto Eco – Mondolibri]
Il tartufo e la polvere [Stefano Quaglia – Marcos y Marcos]
Hollywood Station [Joseph Wambaugh – Einaudi]
La caduta di Neskaya [Marion Zimmer Bradley & Deborah J. Ross – Longanesi]
Missione Eagle [Clive Cussler – Longanesi]
Myrna: il coraggio di uccidere [Fumetto – Bonelli]

Stay Tuned

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: