Archivio

Posts Tagged ‘Giovanni Turi’

Perché nessuno stronca i libri brutti?

VITA DA EDITOR

drawing_hands_m_c_escher

Negli ultimi tre mesi, ogni volta che ho letto una recensione letteraria online o sulla stampa mi sono appuntato se il giudizio espresso fosse positivo, negativo o neutrale; questi gli esiti: 64 pollice recto, 11 pollice verso, 39 non classificabili. Eppure, considerando i libri che leggiamo, le proporzioni sarebbero a dir poco invertite, o sbaglio? Insomma, senza farla lunga, le recensioni sono sempre o fin troppo generose o piuttosto vaghe. Perché?

Certo c’è la tendenza a ritenere, sulla scorta delle classifiche di vendita, che i lettori non sappiano comunque distinguere le pietre preziose dalla paccottiglia e dunque non ci si sforza più di tanto di entrare nel merito dei testi, ma è solo uno dei tanti problemi.

Com’è noto, per quanto riguarda la carta stampata, coloro che dovrebbero essere i critici autorevoli quasi sempre collaborano con qualche editore: se si esprimono favorevolmente su un testo la cortesia gli verrà…

View original post 456 altre parole

Annunci

Self-publishing e altre chimere

8 gennaio 2014 4 commenti

Ecco…

VITA DA EDITOR

scrivo.me_1

È iniziato il battage pubblicitario di http://www.scrivo.me/, la nuova piattaforma online del Gruppo Mondadori che intende offrire assistenza e visibilità a chiunque voglia autopubblicarsi; editor e altre figure professionali saranno messe a disposizione di chiunque coltivi il sogno della scrittura.

Ora, mi domando: anziché inseguire l’indotto del self-publishing, il più grande gruppo editoriale italiano non farebbe meglio a preoccuparsi soprattutto della qualità del proprio catalogo? Perché continuare a fomentare l’illusione (già innescata da ilmiolibro e affini) che esista una “democrazia della pubblicazione” e che si sia tutti scrittori?

Chiunque lavori nel settore sa che il mercato editoriale vive una contingenza asfittica, che l’editoria di qualità è sempre più penalizzata da un sistema distributivo e promozionale che insegue i bestseller e la letteratura di consumo (terribile ossimoro), che non basta pubblicare un’opera di valore per raggiungere il pubblico, che il mercato è inquinato dalla sovrapproduzione e da testi di infima…

View original post 322 altre parole

Categorie:Reblog Tag:

E soprattutto: “quando si è un grande scrittore.”
Mi capita di avere più parole di quante riesca a batterne, il problema è la fase di rilettura durante la quale mi chiedo quale sostanza psicotropa abbia potuto portarmi a scrivere simili corbellerie.

VITA DA EDITOR

View original post

8 giugno 2012 3 commenti

Oh, io ho già ben in mente la copertina.

Mi basta chiudere gli occhi per vederla … peccato sia coperta da un velo di nebbia che ne rende indistinti i contorni.

Stay Tuned

VITA DA EDITOR

View original post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: