Archivio

Archive for febbraio 2016

La Cattiveria del Giorno: “Desy.”

22 febbraio 2016 7 commenti

La Cattiveria del Giorno

Trieste, storicamente uno dei porti più importanti del mediterraneo, sbocco sul mare dell’Impero Austro-Ungarico e da sempre luogo d’incontro di culture radicalmente diverse.
Secoli di storia per arrivare a questo…

20150922_173123.jpg

Ricapitoliamo:

Desy… dal primo momento ke ti ho visto mi sono innamorato e nn passa gg a cui nn ti pensi… ci tengo dalmente tanto ke potrei morire x te.. ti amo mia piccola Desy
by Palu

Benché abbia dimostrato di non avere scrupoli ad uccidere (la grammatica) per lei, resto scettico sulla sua disponibilità a morire, se non altro perché non ha trovato nemmeno la voglia di scrivere per esteso questa sua altisonante dichiarazione d’amore.

Allora Desy? Che vogliamo fare? Ci fidiamo o meno di By Palu?
In ogni caso organizzati… spezzagli il cuore, massacralo di sesso o dagli ripetizioni, fai come ti pare ma impediscigli di dare un seguito alla sua vena da imbrattamuri.

Stay Tuned.

Annunci

Di “ma” e “però”.

16 febbraio 2016 2 commenti

Rabbia2

Di seguito farò affidamento a una buona dose di turpiloquio.
Siete avvisati.

Augurare il male non è mai una bella cosa, ma spero che tu ti sciolga in una pozza di diarrea, razza di mummia rincoglionita che non sei altro.
Sono consapevole che il codice della strada imponga di fare sempre il possibile per evitare gli incidenti, però se mi tagli di nuovo la strada uscendo da uno stop e sbattendotene le palle perché tanto tu sei un ciclista e sono io a doverti evitare, rischiando di finire addosso a un’auto in sorpasso… non cambio traiettoria, accelero e dopo averti sdraiato faccio retro piano piano, per darti modo di gustare a pieno la sensazione di qualche quintale di metallo che ti sale addosso e ti riduce a marmellata.

Odio laGGente.

Stay Tuned.

 

La Cattiveria del Giorno: “Alla rovescia.”

11 febbraio 2016 1 commento

La Cattiveria del Giorno

Com’è e come non è, nei giorni scorsi mi è capitato di far visita alla farmacia.
Ovviamente la signora che mi precedeva aveva bisogno dello stesso farmaco e ovviamente la sua era l’ultima confezione disponibile, così sono stato costretto ad ordinarlo. Poco male, non era una cosa urgente e sarebbe stato disponile nel primo pomeriggio dello stesso giorno.

Mentre la dottoressa compilava la ricevuta d’ordine, il suo collega accoglieva un nuovo cliente. Conoscenti con più voglia di fare quattro chiacchiere che fretta di concludere e troppo vicini perché non sentissi il loro scambio.
Il cliente era un infermiere o qualche cosa di simile, perché ha parlato del suo ultimo turno in sala operatoria, lamentandosi di una discussione avuta con un chirurgo e del cazziatone che ne era seguito. Un incompetente che aveva combinato qualche casino e invece che cospargersi il capo di cenere aveva la faccia tosta di lamentarsi per essere stato ripresto? Magari…

Durante il suo turno – durante un’operazione – il cellulare del chirurgo aveva suonato due volte e in entrambe le occasioni quello aveva risposto. Lui aveva mosso qualche obiezione alla cosa e il chirugo lo aveva invitato a non farlo mai più.

Ora…
Provate a immaginare di svegliarvi dall’anestesia e scoprire che il vostro chirurgo si è preso una pausa per una telefonata… o che parla al cellulare mentre vi opera. Per non parlare del sublime livello d’igiene del portare un cellulare in una sala operatoria.
Non so voi, ma io sarei così gioioso che mi premunirei di regalargli una nuova custodia. Una bella guaina in pelle dove il cellulare se ne starebbe al calduccio… e sempre a portata di mano.

Stay Tuned.

 

 

Buon Anno!!!

Buon 2016

Buon anno a tutti!!!
Come dite? E’ tardi per fare gli auguri di buon anno?
Beh, cercate di capire, ormai ho una certa età e dopo i festeggiamenti capodanneschi c’è voluto qualche giorno per riprendermi.
Metà febbraio? In che senso siamo a metà febbraio? Oh cacchio.

Stay Tuned.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: