Home > Il Primo Re, Revisione, Scrittura > Impara l’arte e… ricomincia da capo.

Impara l’arte e… ricomincia da capo.

wpid-20150410_224809-1.jpg
Ho cominciato a scrivere nell’ottobre del 2011… beh, a dire il vero ho sempre scribacchiato, ma la decisione di impegnarmi in qualche cosa di più serio e organizzato risale a quell’inverno. Sono passati più di tre anni e decine di migliaia di parole, che hanno dato forma alla prima stesura, al blog e ad una manciata di racconti. Tre anni in cui ogni nuova fase dell’elaborazione di un testo si presentava come una novità assoluta.

Schematizzazioni, scrittura a crescere, scrittura a ridurre, revisori, rilettura, selezione di linee narrative, evoluzione dei personaggi, dialoghi, descrizioni… *hem* accenti, apostrofi, punteggiatura. Tutte cose da studiare, con cui scendere a patti e con cui cimentarsi. Tante biciclette – rigorosamente senza rotelle – con cui dare una nuova prima pedalata, sperando di non franare a terra.

L’esperienza insegna e la pratica rende perfetti.
Sono refrattario alla perfezione e non sono mai stato uno studente meticoloso, ma persino il paramecio reagisce all’ambiente circostante e così, tra leggere e scrivere, pare che qualche cosa abbia finito per impararla anch’io.

Da un capitolo all’altro le parole scorrevano con maggior facilità e io imparavo a gestirle in modo più naturale, rendendole più affini a quello che desideravo trasmettere. Così, quando ho cominciato ad intravvedere la fine della prima stesura e mi sono trovato dinnanzi alla nuova novità della revisione già sapevo che non tutto avrebbe richiesto lo stesso lavoro: dal capitolo tre in avanti poteva bastare una revisione, ma i primi due avevano bisogno di un intervento più massiccio… praticamente una riscrittura.

Così è stato. Ho riscritto il primo capitolo e buona parte del secondo, poi revisionato il resto e una volta finito ho stampato il tutto per una lettura generale. Può sembrare strano a dirsi, ma scrivere e riscrivere non ha nulla a che fare con il leggere e nel trovarmi a leggere per la prima volta quello che avrebbe dovuto essere il biglietto da visita della storia mi sono scontrato con un assai poco incoraggiante: “Che palle.” Sembra scritto da una persona diversa – una persona un sacco noiosa – che seppellisce il ritmo della narrazione sotto un’infinita cascata di inutili orpelli.

Poco male, ho imparato una cosa nuova.
Sono quasi quindici giorni che lavoro di cesoie e – tanto per cambiare – sono in ritardo sui tempi, ma mi crogiolo nella consapevolezza di essere migliorato parecchio e gongolo per ogni frasfalla che riesco a far uscire dal suo bozzolo. Insomma, una volta di più, dal letame nascono i fior.

Stay Tuned.

Annunci
  1. 14 aprile 2015 alle 18:58

    Come ti capisco…
    Alla fine dell’ennesima revisione, ti accorgerai che un libro non è mai finito. La fine di libro deve essere sempre un atto di estremo coraggio: come dare il colpo di grazia ad un condannato a morte che giace esanime sul terreno. Non so se mi sono spiegato… 😀
    Nicola

  2. 7 maggio 2015 alle 09:36

    Quando ho cominciato la prima stesura, proprio per non cadere nella trappola di Tasso, ho deciso di non rileggere fino a quando non fossi arrivato alla fine. La cosa ha funzionato fino al momento in cui ho dovuto prendere in mano la revisione… adesso devo rileggere, devo correggere e come dici è difficile resistere al pensiro di dare ancora una limatina qui e lì, solo due paroline, dai che questa frase può essere più scorrevole… e se invece facessi così?
    Mi trattengo, ce la posso fare…

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: