Home > Essi Votano, La Cattiveria del Giorno, Le ruBBriche > La Cattiveria del Giorno: “Chiacchiere da bar.”

La Cattiveria del Giorno: “Chiacchiere da bar.”

La Cattiveria del Giorno

Quando è entrato l’ho notato subito.
Stavo facendo colazione, ma nemmeno la cioccolata ha avuto il potere di farlo passare inosservato. Non sarò un colosso, ma è raro che la spalla di qualcuno mi superi la testa.

Si è preso un posto in fondo al bancone e ha cominciato a sfogliare il giornale, in una carrellata distratta e svogliata.
Un Ometto gli è comparso accanto, ha puntato il dito su una foto di Salvini e si è lanciato in una filippica non richiesta.
(Le citazioni non sono letterali, ma ho cercato di rimanere il più fedele possibile alle parole e, soprattutto, al tenore della discussione.)

Questo sì. Distruggere i campi Rom, così si fa. Voto, voto. Lo voto di sicuro.
Non ottiene risposta, quindi incalza.
Ha ragione. Lui sì. Distruggere i campi Rom. Le ruspe e via tutto. Votare, votare.
L’Omone ha reagito con la rassegnazione di un terranova molestato dal pigolare di un volpino.
* Non basta fermarsi allo slogan, bisogna anche pensare a cosa c’è dietro.
Perché da noi c’era un campo Rom e quando sono andati via siamo andati noi a pulire. Camion e camion di pattume. No, no. Votare. Le ruspe e via tutto.
* E’ facile da dire, ma poi lo si può fare? Oltre allo slogan ha anche un programma?
Hai mai provato a vivere in un paese di due o trecento persone con sessanta di loro? E poi quando sono andati via, noi a pulire. Ha ragione lui. Ah, io lo voto di sicuro.
* No. E non dico che non sia un problema, ma uno slogan non lo risolve. Bisogna pensare anche al resto.
Ecco, noi li avevamo in paese. Un accampamento, una discarica. No no, loro a stare lì e poi noi a pulire. Votare, votare. Il resto cosa?
* Sono centinaia di persone. Dopo che hai distrutto i campi, dove vanno?
A casa loro.
* Ma non ce l’hanno una casa.
Ce l’hanno, ce l’hanno. I Rom non sono più… non vanno come facevano prima, che si spostavano da un posto all’altro. Mica come gli antichi, loro restano… dovresti vedere la villa da due milioni di euro che c’è. Tirulero Urca Urca, oggi splende il sol.
* E poi, dietro quello slogan cosa c’è? Propone delle soluzioni reali? Non chiacchiere o promesse irrealizzabili, cose concrete.
Li si manda via, poi amen.
A seguire una lunga spiegazione di tutti i problemi che potrebbero venirsi a creare a seguito di una decisione simile. Problemi pratici, economici, di ordine pubblico e politica internazionale. L’Omone è uno che la sà lunga.
* […] e alla fine si trova ad aver promesso delle cose che non può fare.
Sì, certo che non le può fare. Come tutti. Nessuno mantiene mai quello che promette, è normale.

Bella fratello! A questo punto anche darti del coglione sarebbe un complimento.
E questo genio del male, come la vegetariana sbaffa-hamburger e la veterinaria aMMore-guidata, vota…

Stay Tuned.

Annunci
  1. zeronicola
    10 aprile 2015 alle 09:36

    Qualche giorno fa hai commentato un mio post sull’ignoranza. É bello ritrovarsi sullo stesso argomento, vuol dire che nel frattempo l’ignoranza non si è estinta. Ci darà ancora innumerevoli spunti di discussione, temo!

    • 10 aprile 2015 alle 11:13

      L’ignoranza è come l’entropia: alimenta se stessa.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: