Eleganza.

Dante AlighieriNel mezzo del cammin di nostra vita,
mi ritrovai dinnanzi a una larga vetrina,
chè la decenza avea smarrita.

Possa Dante perdonarmi una simile libertà, ma ciò che a lui ha fatto la selva aspra e dura – quella stessa sensazione di timore viscerale – ha colpito me, quando mi sono trovato al cospetto dell’immane eleganza, della trascendente sobrietà, del negozio in questione.

Mi è mancata l’occasione – e forse anche il cuore – per fotografarlo, ma San Google mi è corso in aiuto e grazie a lui posso condividere con voi, se non il caso specifico, per lo meno la sensazione generale.

ModaClownModello n°5, Giuditta: Colori tenui, accostamenti armonici e un taglio classico, per valorizzare la vostra immagine, tanto al lavoro quanto nelle più raffinate occasioni mondane.

ModaClown2Modello n° 69, Moana: Trasforma in seduzione ogni tuo gesto, grazie a sensuali trasparenze e a un ammiccante vedo e non vedo.

ModaClown3Modello n° (x-3=x), Malkav: Squisita miscellanea di classicismo neoromanico e piccante modernità, sii l’anima della festa, pur senza sacrificare la tua natura di damigella cortese.

Osservo, studio, scruto, soppeso, valuto e immancabilmente opino:

– CheMMerda, come si può avere così tanto cattivo gusto? Cioè, neanche un daltonico sotto anftetamine.

Parlo da solo, ma parlo e accanto a me c’è chi ascolta. Mi accorgo della presenza da un riflesso sulla vetrina, mi volto e mi trovo catapultato in un film dell’orrore: i manichini hanno preso vita e abbandonano le vetrine per saziare la loro sete di sangue… ah, no, è solo una tizia che indossa un abito orribile, probabilmente comprato in quel negozio. Abbozzo un sorriso, lei mi guarda indignata e poi ognuno si fa i casi suoi, potrebbe essere finita, ma il destino ha ben altro in serbo per noi.

Una vocetta accesa caracolla verso di noi “Zia, zia!” e la donna si volta per accogliere l’arrivo della nipotina, una bimbetta di quattro o cinque anni. Mentre la madre le raggiunge, la bambina osserva la zia e la vetrina e quando il terzetto si riunisce, fissa seria seria la genitrice:

* Mamma, quando arriva carnevale?

Mi defilo, prima di esplodere a ridere, la carenza di ossigeno mi renderebbe una facile preda per la zietta, rossa di stizza, che su qualcuno deve pur sfogarsi, non potendosela prendere con il sangue del suo sangue.

Ah, la voce dell’innocenza.

Stay Tuned.

Annunci
  1. 13 dicembre 2014 alle 17:29

    Credo sia una vetrina di Desigual: il genere è quello. 😀
    E niente, i modelli proposti io non li indosserei nemmeno a carnevale, ma de gustibus ecc.
    L’ultimo è veramente brutto.

    • 14 dicembre 2014 alle 21:32

      Non ne sono certo, ma non mi pare fosse un negozio di catena. I modelli erano veramente oVVendi, tanto che il primo che ho proposto è meglio del suo corrispettivo…

    • 14 dicembre 2014 alle 21:36

      Ma no, Desigual può non piacere ma non trascende nel cattivo gusto. Anzi per quanto colorato e a tratti vistoso rimane ampiamente portabilile in occasioni e circostanze diverse.

  2. 13 dicembre 2014 alle 17:45

    Ciò che mi piace dei bambini è che possono dire ciò che pensano senza filtri: a loro è perdonato tutto! Peccato io spesso mi dimentichi che ormai non ho più l’età per dire ciò che penso senza subire conseguenze 😛
    Saggia la decisione di defilarsi giusto in tempo! 😉

    • 14 dicembre 2014 alle 21:37

      Ti capisco, anche io ho la cattiva abitudine di esprimere con troppa libertà quello che penso.

  3. Mihaela
    16 dicembre 2014 alle 10:18

    Credo dipenda tutto dal gusto e dalla percezione personale. E, per quanto mi riguarda, la catena in questione -dalle vetrine che ho visto- è assimilabile alle foto proposte.
    Fatto sta che ognuno si veste come gli pare e piace, e amen.

  4. 16 dicembre 2014 alle 10:28

    Sono sempre io sopra. Ho sbagliato la mail digitando dal cellulare. Chiedo scusa.

    • 16 dicembre 2014 alle 12:21

      Hum… possiamo fidarci?
      Nel dubbio io mi affiderei a una perizia calligrafica.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: