Home > Fenomenologia Animale, Reminescenze, Tales's tales > Ritratto di un Bastardetter – Capitolo Primo

Ritratto di un Bastardetter – Capitolo Primo

Bastardetter[Immagine tratta da: Miagolando]

Nel mezzo di cammin di mia vita, mi ritrovai dinnanzi a un cane oscuro…
Una ventina di anni fa, quando ero ancora un giovane liceale di belle speranze, la famiglia ha compiuto un balzo evolutivo e si è allargata per fare spazio a Bastardetter.

Come suggerito dall’immagine, trattavasi di cane nero – con stella bianca al petto – e come si può evincere dal suo nome era un meticcio, nelle cui vene scorreva sangue di setter. Come ogni cane è stato il cane più strano del pianeta, come ogni cane ha fatto cose straordinarie e come ogni cane non è paragonabile a nessun altro cane esistito, esistente o che esisterà… insomma, ordinaria amministrazione.

Andando oltre alla cortina di  miocuGGinismo che spesso coglie i padroni di gioviali bestiUole, è indubbio che Bastardetter avesse alcune peculiarità alquanto buffe e che, nel tempo, abbia arricchito la mia scarsella di aneddoti con alcune alzate d’ingegno che tutt’ora mi fanno sorridere quando mi capita di ripensarci. Se fanno sorridere me, che le conosco in ogni dettaglio, per voi dovrebbero essere momenti di magno gaudio, con risate convulse fino alle lacrime. E’ un ordine, non un consiglio… e pretendo foto che comprovino la corretta reazione al post.

Secondo un ordine rigidamente non cronologico, oggi vi racconerò di due eventi che hanno in comune giardino, distanza e sorpresa.

La finestra sul cortile:

Era una limpida giornata estiva, mi trovavo in bagno a riflettere sui problemi del medioriente, quando ho scorto Bastardetter che attraversava il giardino con la sua andatura trotterellante. Qualche secondo, qualche decina di passi e l’ho visto abbassare il muso e buttarsi sul fianco, rotolando tra l’erba con le zampe all’aria.
Più simile ad un gatto che a un cane, si è girato e rigiarato, con l’aria di godersela profondamente ed io, giovine liceale di belle speranze, sono stato toccato dalla commozione di vedere una creaturina innocente che giocava beata, rallegrandosi della semplicità di un prato fresco in una giornata di sole. Ricordo con chiarezza di aver pensato: “Che carino, gioca come un cucciolo.”

Ho finito il mio studio, comunicato alle Nazioni Unite che una volta ancora non ero giunto a un punto di svolta e sono sceso in giardino per raggiungere la bestiUola. Quando sono arrivato lui non c’era più, così nel procedere verso il punto in cui si trovava, ho fischiato per chiamarlo e… oVVoVVe! La creatura non stava innocentemente giocando tra l’erba, ma aveva passato qualche minuto a rotolarsi beatamente sulla carogna di un piccione… e la medesima creatura, richiamata dal fischio, stava caracollando verso di me, con aria gioiosa e fetore stomachevole.

Fuga… guanti… badile… sepoltura… sapone, pompa, guinzaglio… lavaggio cane.

Solleone:

Era una calda giornata estiva, avevo da poco finito di pranzare e oziavo fuori dalla cucina. Bastardetter, satollo, stava facendo due passi in giardino quando un disordinato svolazzare di fantasmi ha attirato la sua attenzione e l’ha portato ad una chiassosa corsetta fatta di balzelli ed abbaiare. Più per abitudine che per reale curiosità l’ho seguito. Il tempo di girare l’angolo e la sua furia vendicatrice era tornata ad essere un passo svogliato… a quanto pare la pigrizia è infettiva.

Mi sono fermato a guardarlo, ha fatto qualche passo ancora e – d’improvviso – è crollato a terra a peso morto.

– OrcoGGiuda, m’è morto il cane!

L’ozio si è trasformato in solerzia e sono corso avanti, ragguardevolmente preoccupato. Fatta metà strada sono stato investito da un russare degno di un basso-baritono con le adenoidi.

– OrcoGGiuda, ho il cane narcolettico… mavaffangù!

Stay Tuned.

 

Annunci
  1. Mihaela
    2 ottobre 2014 alle 21:26

    😀
    Voglio più avventure con Bastardetter!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: