Home > Fatterelli Buffi, Tales's tales > Di questioni geografiche e dolci tipici.

Di questioni geografiche e dolci tipici.

Portogruaro, anno 2013.
Uno straniero entra nella bottega di un fornaio, compera del pane e poi si lascia tentare dalla curiosità.
Pinza Veneta – Mi scusi, che cosa c’è in quel dolce?
* Quello? E’ un tipico dolce di questo periodo… è, mhh… com’era il nome.
– Guardi, il nome non mi dirà nulla.
* Aspetta, aspetta… ma sì, era facile… la pinza.
– Non la conosco. Cosa c’è dentro?
* Di dove sei?
– Lignano.
* Ma sì dai, la pinza. E’ un dolce tipico di tutto il Veneto.
– Ma Lignano non è in Veneto.
* Ah. Beh, ma anche in FrIuli…

L’unica pinza (commestibile) di cui lo straniero abbia memoria viene da Trieste. Evita di dirlo alla donna, teme che equivocherebbe sul termine ‘Venezia Giulia’ ed estenderebbe i confini del Veneto fin a quelli della Slovenia. In ogni caso non crede che la conoscenza della pinza triestina gli possa essere d’aiuto, sospetta che si tratti di un dolce differente…

Pinza Trieste
Si china, crede di scorgere uva passa e fichi, ma tiene per sé anche quel pensiero. Paga il pane, ringrazia e dirige i suoi passi verso il tramonto.

Stay Tuned.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: