Home > La Notizia del Giorno, Tales's tales > Diversamente centrali.

Diversamente centrali.

Non sono nato a Trieste ma ci ho vissuto, non parlo il dialetto triestino ma lo capisco, non sono un vero e proprio triestino ma risiedo nella città di Trieste. Sono uno straniero trapiantato che nel tempo ha avuto modo di vedere una parte del bello e del brutto della popolazione autoctona e di crearsi una sua opinione in proposito. Il campanilismo non ha mai fatto per me, quindi non difendo a spada tratta Trieste e la triestinità – o qualsiasi altra cosa e la qualsiasialtracosità – ma non sopporto chi critica per il semplice gusto di farlo (se straniero) o chi non pensa mai ai vantaggi e non fa altro che parlare dei problemi.

Trieste è una città piccola, non può contare sulla vitalità di una metropoli come Milano e nemmeno sui vantaggi di una posizione centrale visto che è il fanalino di coda dell’italia dell’est. Roba mica da ridere per chi ci abita che deve adattarsi all’idea che “grande manifestazione” – che si tratti di concerti, convention, fiere, mostre e simili – equivalga alla necessità di armarsi di tempo, denaro e pazienza e spupazzarsi qualche centinaio di chilometri per andare ed altrettanto per tornare alle sudate carte.

Detto questo, per rispondere alla domanda:
– Trieste? Quel postaccio fuori dal mondo? Non capisco come si possa vivere in una città come quella, cosa abbia da offrire.

Rispondo:
* Guarda e piangi, pirla!

Benzina
Stay Tuned.

Annunci
  1. 8 ottobre 2013 alle 19:45

    Guardo e piango: oggi qui 1.80€ al litro.
    Dall’appellativo pirla però mi dissocio.

    • 8 ottobre 2013 alle 19:51

      L’ho vista anche più alta, a qualche centesimo dai due.
      In ogni caso con il pirla non c’entravi.

  2. 8 ottobre 2013 alle 19:55

    E ci mancherebbe! 😀
    L’anno scorso aveva toccato i due euro. Ripiango.

  3. alessandro
    8 ottobre 2013 alle 20:15

    Non vorrei essere troppo pignolo, ma mi pare che quel “Litrov” indichi che l’origine del vantaggio risieda oltre confine… quindi quale sarebbe il pregio di Trieste, in sè?
    Comunque effettivamente uno e quaranta è un po’ caretta anche per essere in Slovenia.
    Comunque n.2, credo che la locuzione “diversamente centrali” sia più adatta, ad esempio, alla ridente Gorizia! 🙂

    • 8 ottobre 2013 alle 20:25

      Beh, sospetto che per un romano il viaggio andata e ritorno per la Slovenia sia un zinzino antieconomico.
      Il vantaggio della posizione c’è tutto.

  4. 9 ottobre 2013 alle 08:30

    ormai uso la macchina solo su estrema necessita. *piango*

    • 9 ottobre 2013 alle 08:48

      Anch’io cerco di usarla il meno possibile, ma mi tocca comunque di fare parecchie centinaia di chilometri al mese perché le alternative con altri mezzi sarebbero troppo scomode.

      Ecco, un’altro dei vantaggi di Trieste è di avere un servizio di autobus davvero efficiente. Ovviamente i cittadini non se ne rendono conto e si lamentano…

      • 9 ottobre 2013 alle 16:30

        ehm, diciamo che per il centro città, gran parte delle linee è ben fornita (ma avrei da ridire, permettimelo), mentre quello che riguarda il collegamento col carso… beh, parliamone.
        da NON autoctona però posso dire che è vero che è una città molto diversa da milano. MA. ma ci sono i teatri e anche con buone proposte. ripeto I teatrI. ci sono I cinema. locali: ce ne sono. per le discoteche, si può andare a lignano o fuori confine (qualcuno le vuole sotto casa propria?).
        onestamente, è una città vivibile. tuttora sicura e pulita nonostante sia una città portuale. non è così caotica.
        non è male per metter su famiglia.
        certo, a livello lavorativo potrei fare tante considerazioni, ma evito: l’argomento era altro.
        secondo me è una città vivibilissima.

      • 9 ottobre 2013 alle 16:40

        Io ci ho lavorato per parecchi anni (come rappresentante quindi muovendomi tutto il giorno) e senza quasi dover muovere l’auto.
        Ovviamente più ci si sposta verso l’esterno meno frequenti sono le corse, ma tra tutte le città in cui mi sono mosso con mezzi pubblici non ne ho mai trovata una che avesse la stessa copertura. Con ritardi, disguidi e disservizi – questo pare imprescindibile da ogni servizio pubblico italiano – ma in ogni caso migliore.

        Yep, concordo, Trieste è una città molto vivibile e – soprattutto per essere portuale – è anche estremamente tranquilla. Ma è anche vero che se vuoi mangiar fuori il lunedì la tua scelta si riduce a ben pochi posti e se il concetto di “vita cittadina” è quello di un milanese o di un romano Trieste è piccola ed offre pochissime alternative.

        E’ sempre una questione di gusti e che mi si dica che si preferisce altro lo capisco perfettamente… quando però si sputano sentenze come quella citata (non letteralmente ma quasi) nel post comincio ad essere meno concorde ^_*

      • 11 ottobre 2013 alle 07:37

        Senza mezzi pubblici milano sarebbe invivibile

      • 11 ottobre 2013 alle 11:07

        Non fatico a crederlo.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: