Home > Le frasi che vorrei aver scritto, Le ruBBriche, Scrittori Autori & Scribacchini, Scrittura > Nuova ruBBrica: “Le frasi che vorrei aver scritto.”

Nuova ruBBrica: “Le frasi che vorrei aver scritto.”

Penna d'Altri
La scrittura – come credo ogni atto creativo – trae la sua forza vitale dalla sinergia tra l’ispirazione e la capacità di rielaborare ciò da cui si viene ispirati. L’eccesso di una delle due forze in gioco porta inevitabilmente alla produzione di testi scadenti che, a seconda del lato verso cui si pende, saranno plagi senza valore o insiemi di parole senza capo né coda il cui unico valore sarà l’aver dato spazio all’egomania dello scrivente.

L’origine della rielaborazione è sempre la stessa: è l’autore a usare se stesso, il proprio vissuto e la propria sensibilità per reinterpretare e tradurre ciò di cui è testimone; dell’ispirazione l’unica cosa certa è che sia uno stimolo esterno, qualche cosa che lo scrittore può cercare, ma che non dipende da lui e può manifestarsi in molti modi.

Una situazione, un’immagine, un luogo, un’emozione, un sentimento, uno scambio di battute… a volte può bastare una sola parola a far germogliare l’idea e se è vero che chi per scrivere aspetta l’ispirazione non scriverà mai è anche vero che scrivere senza avere la giusta motivazione non porta mai a grandi risultati.

A mio avviso una delle fonti di ispirazione più forti è la lettura, le parole scritte da altri, i loro pensieri messi in forma ordinata e fermati su carta, fisica o digitale che sia. Si può essere ispirati dal desiderio di emulazione, dal moto di orgoglio di crederesi superiori allo scrivente o anche, semplicemente, dalla forza delle sensazioni che si sono provate nel leggere.

Uno scrittore è per sua natura una creatura molto portata all’avere un’alta considerazione di sé, delle proprie capacità e della qualità delle proprie opere; ciononostante credo che qualsiasi scrittore non venga mai affascinato da qualche cosa scritto da altri sia un perfetto imbecille. Tutti coloro che prendono la penna in mano dovrebbero farlo consapevoli del fatto che qualcuno – passato, presente o futuro – avrà la capacità di esprimere un concetto in modo più efficace, originale ed elegante di quanto loro avrebbero mai potuto fare.

Non essendo io un imbecille – affermazione in cui dimostro la mia alta considerazione di me – ed essendo spesso soggetto a piccole crisi di pessimismo cosmico rispetto alle mie capacità – affermazione in cui dimostro la mia umiltà – mi trovo con una certa frequenza ad avere a che fare con testi di fronte ai quali mi sento piccino ed incapace [Piccolo Approfondimento] o che, più semplicemente, considero degli eccellenti esempi delle capacità di comunicazione che uno scrittore dovrebbe padroneggiare. Da qui l’idea per questa nuova ruBBrica che sfrutterò per poter condividere con voi alcune delle frasi che amo, invidio e di cui vorrei poter dire di essere l’autore.

Stay Tuned.

Annunci
  1. 19 agosto 2013 alle 10:02

    Ma che bella idea per una rubrica! La seguirò con piacere.

    • 19 agosto 2013 alle 10:06

      Mi sembrava una buona alternativa per riequilibrare il Karma negativo delle Cattiverie del Giorno.
      Spero che le frasi scelte ti piaceranno quanto l’idea generale. ^_*

      • 19 agosto 2013 alle 10:07

        In effetti la cattiveria del giorno è una rubrica proprio… cattiva! 😉
        Posso dirti che la prima frase, da Il Corvo, mi è piaciuta.

      • 19 agosto 2013 alle 10:11

        Se è cattiva vuol dire che per ora è riuscita bene.

        Bene, bene… allora per il momento segno un punto. ^_*

  2. 19 agosto 2013 alle 11:06

    ……..Segnane tranquillamente DUE !! E’un vero piacere seguirti ! ^_ *

  3. 24 agosto 2013 alle 14:21

    Non avevo ancora trovato il tempo e il modo di scrivertelo anche qui per cui lo faccio ora: lo sai vero che sottoscrivo ogni singola parola di queeto tuo post? E che mi ritroverai tra i piedi spesso?
    Baci
    G.

    • 24 agosto 2013 alle 14:33

      Come sai il tempo – o per meglio dire la sua mancanza – è un argomento a cui mi sento molto affine, quindi hai tutta la mia comprensione.
      Lieto che tu ti sia ritrovata in quel che ho scritto ed ancor più soddisfatto della tua “minaccia”. Venghi, venghi pure quando vuole, facci come fosse a casa sua…

      Bacibà. *_*

      • 24 agosto 2013 alle 14:35

        Guarda che sono una che si allarga…

      • 24 agosto 2013 alle 15:04

        Noi Civette amiamo il rischio. ^_*

  1. 19 agosto 2013 alle 19:06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: