Home > Scrittura > Il primo gallo che canta… paga pegno.

Il primo gallo che canta… paga pegno.

pioggia_al_suolo

Vi ricordate del mio entusiastico commento sugli inizi di settimana?
Ecco, avrei dovuto starmene zittino e fingere di nulla. Non solo negli ultimi due giorni la pioggia mi ha perseguitato e non sono riuscito ad uscire a camminare, ma ieri ho realizzato che il mio lavoro degli ultimi tre o quattro giorni almeno è da cestinare in blocco. Quella che negli appunti sembrava una buona idea, una volta sviluppata è risultata essere una cagata pazzesca… quasi come la Corazzata Potemkin.

Così imparo a lasciarmi trasportare dall’entusiasmo, tapino me.

Stay Tuned.

 

Annunci
  1. 13 marzo 2013 alle 19:17

    Ecco, mi ero tutta entusiasmata a leggere del tuo lunedì in quel di Portogruaro, e m’afflosci la gioia di vivere con questo mestaggine…
    Su, su, andare e produrre, caro mio, altro che pinzillacchere!!! 😉

    • 13 marzo 2013 alle 21:33

      Anche io ero tutto entusiasta e mi sono afflosciato sotto il peso di alcuni ettolitri di pioggia.
      Oggi ho dipanato l’ultimo tratto della matassa e scritto un pochetto, dopo cena cerco di arrotondare e da domani mi auguro di riprendere il ritmo.

      Me sedulo discipulo.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: