Home > dieta, Tales's tales > Perché non anche qui?

Perché non anche qui?

Ormai l’ho scritto e ripetuto un po’ ovunque ma visto che ne ho l’occasione (e che sono in vena di bullarmi) lo ripeterò anche qui!
Quest’oggi ho fatto una visitina al mio medicuzzo (nonché il padre di un caro amico) ed insieme abbiamo tirato le somme di questi sei mesi di dieta. Anche se non è stato il momento più adatto (lunedì, martedì e mercoledì ero in trasferta quindi ho fatto il bricconcello e poi domenica, in occasione del compleanno di un amico, ho gozzovigliato alla grande), i risultati sono stati molto confortanti:

Peso: – 20,4 chili
Girovita: – 11,5 centimetri
Pressione: da 140/95 a 120/80

Inutile dire che sono molto, molto soddisfatto.

Stay Tuned

Annunci
Categorie:dieta, Tales's tales
  1. 3 luglio 2012 alle 21:47

    Bravo! Clap clap clap… applausi!
    E adesso si festeggia con un bel minestrone. 😀

    • 3 luglio 2012 alle 21:49

      L’ho giust’appunto finito per cena il minestrone. E ci ho anche messo accanto una bella padellata di zucchine saltate nella cipolla, una cosa d’alta cucina.

      Domani invece … farò il bimbo cattivo!

      • Triquetra
        4 luglio 2012 alle 10:28

        Ahi, ahi!! Ma come?! Manco il tempo di festeggiare i risultati ottenuti, che ci mettiamo subito a fare i bricconcelli? 😛

      • 5 luglio 2012 alle 02:16

        Il bricconcello l’ho fatto la settimana precedente. ^_*

  2. 4 luglio 2012 alle 11:42

    grrrrrrr ma xkè voi uomini dimagrite così facilmente????? e ve ne vantate anche!!!!

    • 5 luglio 2012 alle 02:19

      Oddio … non proprio facilmente.
      Sono sei mesi che mi nutro di minestrone scondito e verdura lessa senza olio (e non verdure ganze come le patate, solo verdure tristi).

  3. 6 luglio 2012 alle 12:34

    Complimenti! Io sto cercando di perdere 8 chili da aprile e gli ultimi 2/3 non ne vogliono proprio sapere di abbandonarmi…

    • 6 luglio 2012 alle 12:38

      L’inizio è sempre la parte più facile …
      Poi la perdita di peso è fisiologicamente più difficile e soprattutto avviene quello che, in termine tecnico, gli psicologi definiscono come: “averne piene le pigne di mangiare solo verdura lessa scondita.”

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: